26 Settembre 2020
News
percorso: Home > News > Notizie

"A scuola con il campione": Ivan Mach di Palmstein protagonista di un´iniziativa al Liceo sportivo di Firenze

26-11-2015 16:32 - Notizie
Un momento dell´inizitiva (foto organizzatori)
Ivan Mach Di Palmstein, velocista livornese del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle, è stato il protagonista del nono "Incontro con il Campione", iniziativa prevista dal percorso educativo intrapreso nelle scuole dal Progetto "Sport e Integrazione", realizzato per il secondo anno consecutivo grazie all´Accordo di Programma tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e il Comitato Olimpico Nazionale Italiano. L´atleta è stato ospitato dal Liceo Sportivo Dante Alighieri per portare la sua personale esperienza di integrazione legata allo sport e confrontarsi con i ragazzi fiorentini sui principi e i valori del Manifesto "L´Integrazione: la vittoria più bella". A fare gli onori di casa sono stati il Presidente del Comitato Regionale CONI Toscana, Salvatore Sanzo, e il Gestore del Liceo Sportivo Dante Alighieri, Luciano Lazzeri. Durante l´incontro, moderato dal Vicepresidente USSI Toscana Francesco Matteini, sono intervenuti anche il rappresentante dell´Ufficio scolastico Regionale, Elisabetta Faggi, il cappellano della ACF Fiorentina e della Nazionale italiana di calcio, Prof. Massimiliano Gabricci, e il rappresentante della Polisportiva Il Sogno di Prato, Ivan Marzocco, che ha ritirato una targa per la Buona Pratica "Sport senza frontiere" qualificatasi tra le prime 15 iniziative proposte nell´ambito del progetto. Ha raccontato la sua esperienza Ivan Mach Di Palmstein: "Oltre che essere una delle mie grandi passioni, lo sport ha avuto anche un ruolo importantissimo nella mia vita, perché è riuscito a farmi integrare al meglio nella mia nuova patria. Il progetto di Coni e Ministero del Lavoro sta ponendo una forte base al quel processo di integrazione che, attraverso lo sport, può e deve raggiungere risultati sempre più importanti nella lotta alla discriminazione". "L´integrazione deve essere uno dei valori guida in tutti gli ambiti, dalla politica allo sport alla vita quotidiana - si è così espresso Salvatore Sanzo,Presidente del Comitato Regionale CONI Toscana. - La lotta del CONI alle barriere discriminatorie è decisa e concreta, ben rappresentata da questo progetto che il Comitato Olimpico Nazionale Italiano ha realizzato in collaborazione col Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Siamo tutti rivolti ad un futuro senza più distinzioni e ad uno sport sempre più integrato. Mi viene da dire, vista la presenza dello specialista Ivan Mach Di Palmstein, che l´unico ostacolo deve essere soltanto quello sulla pista di atletica". Scopo del Progetto "Sport e Integrazione", avviato nel 2014, è lo sviluppo di azioni finalizzate a favorire l´integrazione sociale della popolazione straniera attraverso lo sport e contrastare le forme di intolleranza e discriminazione razziale. In quest´ottica si inseriscono gli "Incontri con il Campione", che si svolgeranno fino al termine del 2015 in dieci città italiane. Tutte le azioni d´intervento di "Sport e Integrazione" sono consultabili attraverso il sito www.fratellidisport.it, la pagina Facebook "Fratelli di Sport" e il portale dell´Integrazione dei Migranti del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (www.integrazionemigranti.gov.it). I valori e gli obiettivi di "Sport e Integrazione" sono pienamente condivisi da La Gazzetta dello Sport, che quest´anno è media partner del Progetto.

da cominicato stampa organizzatori


Fonte: Carlo Carotenuto

Realizzazione siti web www.sitoper.it