24 Novembre 2020
News
percorso: Home > News > Notizie

Stefano La Rosa vince per la seconda volta la maratona di Treviso

05-03-2017 15:37 - Notizie
L´arrivo vincente di Stefano La Rosa (immagine fornita da Massimiliano Santangelo)
Ritorno vincente per Stefano La Rosa alla Treviso Marathon. Sul traguardo di Conegliano (TV), il portacolori dei Carabinieri si aggiudica il successo in 2h12:26 nella sua prima uscita agonistica sui 42,195 chilometri dopo la partecipazione alle Olimpiadi di Rio. Per il 31enne toscano è la seconda affermazione in questa corsa, visto che era riuscito ad imporsi anche due anni fa (con 2h12:05) in occasione del suo debutto sulla distanza. Per l´azzurro, che si allena sotto la supervisione di Giuseppe Giambrone, crono parziali di 30:43 al 10° km, 1h05:49 a metà e 1h33:51 al 30° km, in una gara disputata in gran parte sotto la pioggia. Alle sue spalle il keniano Wesley Kiprono Kemboi in 2h16:32, terzo l´ugandese Simon Rugut Kipngetich con 2h23:40. "Speravo di finire almeno sotto le 2 ore e 12 minuti - commenta La Rosa che ha un record personale di 2h11:11 stabilito ad Amsterdam nel 2015 - ma non ero brillante nel finale. Ho comunque vinto e sono contento, per me era importante correre una maratona dopo quella olimpica e alcuni problemi fisici, perché non pensavo neanche di poterla fare in questo periodo".

Al femminile davanti a tutte la keniana Lucy Liavoga, che in 2h25:12 precede le croate Marija Vrajic (2h52:29) e Jasmina Iljas (2h55:55).

Nella seconda edizione della Treviso Half Marathon, la più veloce tra le donne è Rosaria Console che chiude in 1h13:29. Quest´anno la 37enne pugliese delle Fiamme Gialle, campionessa italiana in carica, aveva già corso in 1h12:48 a Verona tre settimane fa. Completano il podio la vicentina Deborah Toniolo (Laguna Running, 1h21:26) e la ceca Michaela Mertova (1h23:58), mentre nella gara maschile si impone Fabio Bernardi (Body Evidence Elgevero Team) in 1h10:06 nei confronti di Youssef Aich (Pod. Il Laghetto, 1h10:09) e Gunther Mair (1h10:13).

(fonte Fidal.it)


Fonte: Carlo Carotenuto

Realizzazione siti web www.sitoper.it